Alla Porta del Parco il libro di Banfi "Stavamo dalla parte degli indiani"

copertina libro BanfiUn romanzo che mette a confronto, con delicatezza, i sogni dell'infanzia con i ricordi e le speranze della vecchiaia. E' “Stavamo dalla parte degli indiani”, di Paolo Banfi  edito da Effigi, che domani, venerdì 28 aprile, alle 17, sarà presentato alla Porta del Parco di Ribolla, centro civico ed ex cinema in piazza della Libertà 3.

 

Accanto all'autore, avvocato, maremmano di adozione, ci sarà Mario Papalini, l'editore e i “Donatori di Storie”, che leggeranno alcuni brani del romanzo. 

“Stavamo dalla parte degli indiani” è un libro in tre atti, che ripercorre la storia del protagonista, saltando, volutamente, l'età adulta. Per presentare e mettere a confronto il piccolo Giulio Cortesi, che ripercorre la sua infanzia, con il Giulio adolescente, che si avvicina alla vita adulta e e conosce le prime emozioni, per arrivare al professor Cortesi che, ormai anziano, decide di ritornare nei luoghi della giovinezza e rincontrare la donna di cui un tempo si era innamorato. 

In questo percorso a ritroso, Banfi, riesce a riunione due bambini che, nel prato della Cittadella, scenario di vicende vissute davvero e di ricordi talvolta idealizzati, stavano sempre dalla parte degli indiani. 

L'evento è organizzato dal Comune di Roccastrada e dal Coeso Società della Salute che gestisce il punto bibliotecario della Porta del Parco. La Porta del Parco di Ribolla è aperta ogni lunedì, mercoledì e venerdì dalle 14.15 alle 18.15 e il martedì e il venerdì dalle 9.15 alle 13.15 e dalle 14 alle 17.