I Green Sox vincono il Sober Contest

Grande successo per l'iniziativa  “Yes! Sober Festival”, promossa venerdì 8 e sabato 9 aprile dal Comune di Grosseto e dal Coeso Società della Salute per parlare di giovani e stili di vita. La due giorni di eventi, realizzata con il contributo della Uisp e in collaborazione con le associazioni Acat, Oasi, istituto nazionale Giachery e Croce rossa italiana, rientra nel progetto “Non bere! La vita ti (a)spetta” lanciato dall'amministrazione comunale per intervenire sulle abitudini dei ragazzi grossetani. 

 Hanno partecipato alla manifestazione, oltre agli studenti di alcuni istituti superiori della città e ai calciatori tesserati Uisp, anche cinque gruppi musicali under 30 che a suon di note si sono sfidati in piazza San Francesco. In palio per loro un contributo fino a 500 euro da investire in musica: potrà essere usato in uno studio di registrazione o per la produzione di un video musicale, ad esempio. A deciderlo, comunque, saranno i Green Sox, la band giudicata migliore dagli ascoltatori. Il gruppo, formato da Federico Dragoni (basso), Giacomo Pieraccini (chitarra e voce) e Jacopo Pisapia (batterista), nasce proprio da un'idea di Jacopo che quando aveva tre anni ha iniziato a suonare e a sognare di fondare, un giorno, una band con questo nome. Un desiderio così grande, che ha portato la mamma di Jacopo a registrare il nome e il giovane studente di conservatorio ad “arruolare” altri musicisti. I Green Sox, con il punk poliedirco, hanno conquistato il pubblico, suonando brani inediti tra cui uno composto proprio per l'evento. Il loro sogno è incidere il primo disco e il premio appena vinto potrebbe aiutarli proprio a raggiungere lo scopo.

I Green Sox hanno vinto con 463 voti, seguiti dagli Skull Blade (con 401 preferenze), The Lazy project (97), i Pentolari (75) e i Colonnelli. (18) L'assegno simbolico con la cifra a loro disposizione è stato consegnato dall'assessore al Sociale del Comune di Grosseto, Antonella Goretti, ideatrice e promotrice dell'intero progetto. 

 

 

Il “Sober Contest”

C'è stata grande partecipazione alla votazione per decidere gruppo preferito. Si poteva votare online, attraverso un sistema che consentiva di escludere i voti multipli, e sulle schede cartacee, inserendo la propria preferenza in un'urna posta in piazza San Francesco, in modo da permettere di votare anche a chi non potesse accedere a internet. Complessivamente ci sono stati oltre 2mila accessi al questionario online. Di questi, hanno completato il questionario ed espresso un voto valido 796 persone. 

Questo il dettaglio dei voti espressi: 

Vota il gruppo!

Voti online

Voti cartacei

Totale Voti

Colonnelli

6

12

18

Green Sox

366

97

463

Pentolari

56

19

75

Skull Blade

322

79

401

The Lazy Project

46

51

97

Totale complessivo

796

258

1054

Gli eventi correlati 

Oltre al “Sober contest” il festival si è sviluppato attraverso altri appuntamenti. Un convegno dal titolo “Giovani, alcol e stili di vita”, che si è tenuto il giovedì mattina nell'aula magna dell'università, al quale hanno partecipato oltre 200 studenti degli istituti superiori cittadini. 

Durante il convegno sono stati presentati dai dati sulle abitudini dei giovani grossetani. Da ricerche scientifiche, infatti, emerge che i ragazzi bevono più della media, fanno poco sport, hanno un'alimentazione non troppo sana.  E' stato anche illustrato il progetto pilota che ha visto gli studenti del liceo Rosmini parte operativa della ricerca. 

Sabato pomeriggio, inoltre, si è tenuto un quadrangolare di calcetto nel quale si sono sfidate le squadre Ecofficina Gori, Lellofiori, Vallerotana e Vets Futsal. Alla prima, Ecofficina Gori, è andato il primo premio dato che si è imposta per 3 a 1 nella finale contro il Vallerotana, mentre il Lellofiori ha ottenuto la terza piazza dopo una serie interminabile di calci di rigore contro il Vets Futsal.

Questo il resoconto delle gare:

Girone preliminare

1) Vets Futsal – Ecofficina Gori 2 – 3

2) Lellofiori – Vallerotana  1 – 3

3) Vets Futsal – Vallerotana  0 – 0

4) Lellofiori – Ecofficina Gori  0 – 4

5) Vets Futsal – Lellofiori  8- 2

6) Gori Ecofficina Vallerotana 2 – 2

 

Finale 3°/4° posto Vets Futsal – Lellofiori * 4 - 4

Finale 1°/2° posto  Gori Ecofficina – Vallerotana 3 – 1

 

Alcuni dati

In provincia di Grosseto il 25% delle persone dai 18 ai 64 anni è sedentario (indagine PASSI 2012- 2014) e il 11% dei ragazzi tra i 14 e i 19 anni non pratica attività fisica (ARS Toscana 2015). L’attività fisica degli abitanti della Zona grossetana è sotto al livello regionale: il 30% ha un’attività fisica scarsa o assente (Mes 2013). Il 39% delle persone dai 18 ai 64 anni è in sovrappeso, mentre il 10% è obeso (indagine PASSI 2012-2014). 

I giovani maschi che vivono in provincia di Grosseto sono maggiormente in sovrappeso rispetto ai coetanei del resto della regione: un ragazzo su quattro è in sovrappeso, mentre lo è solo il 9% delle ragazze tra i 14 e i 19 (ARS Toscana 2015). Nella Zona grossetana oltre 1/3 della popolazione 18-64 anni è in sovrappeso ed una persona su dieci è obesa, con valori peggiori della media regionale (Mes 2013).

Oltre ¼ delle persone tra i 18 e 64 anni che vivono in provincia di Grosseto fuma abitualmente (indagine PASSI 2012-2014) e, dai 14 ai 19 anni, oltre un giovane su quattro è fumatore regolare (ARS Toscana 2015). Nella Zona grossetana più di una persona su quattro fuma, un dato in linea con la media regionale (Mes 2013).

Il 15% degli abitanti della provincia di Grosseto tra i 18 ai 64 anni sono bevitori “a rischio” (indagine PASSI 2012-2014). Il consumo medio di alcool nei giovani grossetani è in linea con quello medio regionale e il modello di consumo è decisamente poco virtuoso: il 41% ha avuto episodi di “binge drinking” (5 o più bicchieri in un’unica occasione nella cosiddetta “abbuffata alcolica) e il 60% si è ubriacato nell’ultimo mese (ARS Toscana 2015).

Nella Zona grossetana il 9% degli adulti 18-64 anni ha un consumo a rischio (bevitore “binge” o fuori pasto) e il dato è in linea con la media regionale (Mes 2013).