Il progetto Giovani, alcol e stili di vita

"Giovani, alcol e stili di vita" è un progetto pensato per conoscere le abitudini e i comportamenti dei giovani grossetani, creando un osservatorio permanente che coinvolga tutte le scuole del territorio. L'obiettivo è quello di partire da dati certi per ideare azioni che possano influenzare i comportamenti, migliorando lo stato di salute e la qualità della vita dei ragazzi e dei bambini. 

 

Perché partire dall'alcol

Il progetto si è avviato con una serie di eventi pubblici, promosse dal Coeso e dal Comune di Grosseto, e identificati con lo slogan "Non bere! La vita ti (a)spetta". Si è deciso di partire dall'alcol perché a Grosseto è un problema più diffuso che altrove, e in rapido aumento. Tra i giovani si stanno diffondendo pessime abitudini che mettono a rischio la salute e la vita. La scienza dimostra che bere alcol si lega ad altri comportamenti dannosi come fumare, assumere altre droghe, giocare d'azzardo, incorrere in incidenti stradali. 

 

Come si sviluppa il progetto

Il progetto, che si avvale della collaborazione di Simurg Ricerche, si è avviato in via sperimentale con un gruppo di studenti del liceo "Rosmini" di Grosseto. Le azioni messe in campo saranno, a partire da settembre 2015, replicate negli altri istituti che vorranno aderire. Gli studenti hanno contribuito a formulare un questionario utile per indagare sulle loro abitudini e avranno il compito di diffonderlo e somministrarlo ai loro amici e conoscenti. Potranno partecipare anche all'elaborazione dei risultati. Sulla base dei dati raccolti, saranno poi ideate delle azioni di sensibilizzazione.

 

Il contest

Ogni anno sarà organizzata una gara che premierà le migliori idee per contrastare i comportamenti dannosi per salute. Tre le categorie previste: scuole primarie, medie inferiori, superiori e oltre. I ragazzi potranno realizzare relazioni, ricerche, presentazioni multimediali, siti web, app per smartphone e altro; le opere dovranno analizzare il fenomeno o avere un buona capacità di comunicazione per incidere sugli stili di vita. Le opere, giudicate da una giuria mista composta da studenti, insegnanti, dirigenti scolastici, operatori pubblici, esperti di settore, e le migliori saranno premiate con buoni spesa per l'acquisto di strumentazioni didattiche o beni e servizi legati agli stili di vita sani. 

 

Come aderire al progetto

Compilando il form a questo link 

 

Scarica la brochure con tutte le informazioni

 

Visita la pagina Facebook del progetto