Un aperitivo analcolico prima del concerto dei Marta sui Tubi per la campagna "Non bere! La vita ti (a)spetta"

Un nuovo appuntamento con la campagna “Non bere! La vita ti (a)spetta”, lanciata a settembre  dall'assessorato alle politiche sociali del Comune di Grosseto in collaborazione con il Coeso Società  della salute area grossetana e Acat, l'associazione club alcologici territoriali. Sabato 22 novembre,  in occasione del concerto dei Marta sui Tubi,  organizzato nell'ambito del progetto regionale  GiovaniSì. l'Amministrazione comunale offre un aperitivo analcolico nel foyer del Teatro degli  Industri.

 Un modo per ribadire, grazie anche alla collaborazione dell'Istituto alberghiero di Grosseto, che ci si può divertire anche senza ricorrere al consumo di alcol e altre sostanze dannose. Saranno proprio gli studenti dell'Istituto a realizzare i cocktail analcolici che saranno offerti a tutte le persone in possesso del biglietto. 

Dopo la serata analcolica del 27 settembre scorso, questo secondo appuntamento vuole essere anche un'occasione per muovere i primi passi del progetto “Giovani, alcol e stili di vita” che il Comune di Grosseto realizzerà attraverso il Coeso a partire dai prossimi mesi: obiettivo dell'intervento è quello di realizzare un osservatorio sui giovani, le loro abitudini e i loro usi e coinvolgerli attivamente per studiare azioni che diffondano comportamenti consapevoli e stili di vita sani. Per questo sarà distribuito del materiale informativo, che spiega perché tra i tanti comportamenti a rischio, il Comune ha deciso di partire dall'alcol e come si intende coinvolgere i ragazzi. 

“La conoscenza – ha spiegato l'assessore alle politiche sociali del Comune di Grosseto Antonella Gorettiè indispensabile per trovare soluzioni ad un fenomeno che a Grosseto è diffuso ed in rapido aumento e che mette a rischio la salute dei ragazzi. Per questo vogliamo coinvolgerli direttamente innanzitutto per capire le motivazioni profonde di questi comportamenti, attraverso indagini specifiche, e successivamente per progettare insieme azioni di contrasto a questo fenomeno. Solo in questo modo la conoscenza può diventare consapevolezza e spinta al cambiamento”.

Nei prossimi giorni, quindi, dopo aver presentato l'idea e raccolto le prime disponibilità dei ragazzi saranno coinvolte le scuole e le associazioni di volontariato che vorranno aderire. 

Durante l'aperitivo saranno distribuite anche delle magliette con lo slogan della campagna “Non bere! La vita ti (a)spetta!”, realizzate dagli sponsor Conad, Simply, Pam e Unicoop Tirreno.