Corso per "Amministratore di sostegno": già 30 adesioni e presto sarà organizzato un nuovo ciclo di lezioni

Si è avviato con successo il corso di formazione per “amministratori di sostegno”, promosso da Coeso Società della Salute, insieme ai Comuni consorziati e all'Azienda sanitaria. Dopo un percorso iniziato mesi fa e che ha visto la collaborazione della Federconsumatori di Grosseto, ha preso il via, infatti, il progetto formativo per volontari che vogliono mettersi a disposizione degli altri e ricoprire questo importante ruolo.

 L’iniziativa ha suscitato l’interesse di oltre 30 persone che hanno creato un gruppo eterogeneo per caratteristiche ed interessi: le età variano dai 20 anni ai 70 anni; i partecipanti sono studenti, avvocati, assistenti sociali,  volontari di associazioni del territorio, dipendenti pubblici, operatori di cooperative sociali.

L’amministratore di sostegno è una figura giuridica alternativa al tutore o al curatore, istituita con la legge 6 del 2004, e rappresenta un importante sostegno per l’accompagnamento e la tutela delle persone fragili ma che, per molti aspetti sono ancora autonome. Nominato dal giudice tutelare con un decreto, l’amministratore di sostegno ha compiti diversi , che possono spaziare dall'assistenza nella gestione del patrimonio e delle risorse economiche alla tenuta dei rapporti con l’autorità sanitaria per la prestazione di consensi su cure e terapie. 

Per questo, gli aspiranti amministratori di sostegno devono avere varie nozioni e conoscere il sistema sociale e sanitario di riferimento. Da qui nasce l’idea del corso di formazione che si articola in 32 ore ed è tenuto da esperti e avvocati dei Fori di Firenze e Grosseto. 

Nelle prime lezioni i corsisti hanno esaminato il quadro normativo di riferimento; dalla prossima settimana, invece, gli argomenti trattati saranno il sistema dei servizi sanitari, socio-sanitari e sociali, le modalità di relazione con il beneficiario, i suoi familiari ed i servizi, e altri aspetti amministrativi e gestionali, come gli obblighi e le responsabilità nella gestione degli interessi patrimoniali dell’amministrato.  Il corso si tiene nel fine settimana nella sede Università di Siena in via Ginori a Grosseto e, viste le molte richieste pervenute, Coeso organizzerà nei prossimi mesi un nuovo corso. 

Sempre più persone, infatti, vogliono approfondire la conoscenza di questo strumento giuridico, adatto anche alle esigenze delle persone disabili o alle coppie di fatto: l’amministratore di sostegno viene nominato a seguito di una richiesta che può essere presentata dal coniuge, dai parenti fino al quarto grado, dal convivente, dai servizi sociali e dal beneficiario stesso. 

 

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.