L'Amministratore di sostegno al centro del seminario promosso dalla Federconsumatori

L’amministratore di sostegno, figura istituita dalla Legge 6 del 9 gennaio del 2004, sarà al centro del seminario promosso dalla Federconsumatori di Grosseto, con il patrocinio di Comune, Provincia e Regione Toscana e con il contributo, tra gli altri, di Coeso Società della Salute grossetana e della Asl 9, per sabato 10 novembre, dalle ore 15.00 alla Fondazione “Il Sole” di viale Uranio 40/b a Grosseto.

L’iniziativa intende approfondire alcuni aspetti della norma con cui si inserisce un’alternativa alla pronuncia di interdizione e inabilitazione da parte del Giudice, stabilendo che la persona la cui capacità di agire è limitata o compromessa ha diritto ad essere affiancata da un amministratore di sostegno, nominato dal Giudice tutelare, nella cura dei propri interessi, economici e non solo. Una norma che tutela i cittadini, in particolare le fasce più deboli della popolazione, ma che è ancora poco conosciuta e applicata.

Il seminario, quindi, ha l’obiettivo di discutere l’argomento attraverso il contributo di numerosi esperti. La partecipazione all’incontro, inoltre, può dare diritto, a chi ne farà richiesta al momento della registrazione, al riconoscimento di 3 crediti formativi da parte dell'Ordine degli avvocati.

Questo il programma nel dettaglio:
apertura dei lavori a cura di Giuseppe De Martis, presidente della Federconsumatori di Grosseto;
Saluti del sindaco di Grosseto Emilio Bonifazi, del presidente della Provincia Leonardo Marras e del presidente del Tribunale di Grosseto Michele Addimandi;
A seguire interventi di:
Massimo Bigoni, avvocato del Foro di Firenze,
Vincenzo Pedone, giudice del Tribunale di Grosseto,
Fabrizio Boldrini, direttore di COeSO SdS Grosseto,
Anna Martini, direttore dei servizi sociali dell'Azienda Usl 9 di Grosseto,
avvocato Silvia Rossi, della Direzione dell'Azienda Usl 9 di Grosseto,
avvocato Lucia Rossi, dell'Ordine degli avvocati di Grosseto.
Conclusioni a cura di Salvatore Allocca, assessore al Welfare della Regione Toscana.