Comitato di partecipazione

E' costituito dai rappresentanti della comunità locale, espressione dell'utenza che usufruisce dei servizi, dell'associazionismo di tutela, di promozione e sostegno attivo, purché non erogatori di prestazioni.

I componenti del Comitato, nominati dall'Assemblea dei soci, eleggono al loro interno un presidente che ha il compito di convocare le riunioni.


Il Comitato in particolare:

  • avanza proposte per la predisposizione degli atti di programmazione e governo generale;
  • esprime parere sulla proposta di PIS e sullo schema di relazione annuale della Società della Salute entro 30 giorni dal loro ricevimento;
  • esprime pareri sulla qualità e quantità delle prestazioni erogate e sulla relativa rispondenza tra queste ed i bisogni dell’utenza, nonché sull’efficacia delle informazioni fornite agli utenti e su ogni altra tematica attinente al rispetto dei diritti dei cittadini ed alla loro dignità;
  • redige, anche formulando specifiche osservazioni e proposte, un proprio rapporto annuale sulla effettiva attuazione del PIS e sullo stato dei servizi locali, che è trasmesso agli organi della Società della Salute, alle organizzazioni sindacali e alle altre parti sociali;
  • ha il potere di accedere ai dati statistici di natura epidemiologica e di attività che costituiscono il quadro di riferimento degli interventi sanitari e sociali della zona distretto e richiedere specifiche analisi e approfondimenti al Direttore.

Attualmente il Comitato di partecipazione è presieduto da Maurizio Cavina, rappresentante dell'Istituto "Einaudi" di Grosseto. Il vicepresidente è Gianfranco Turbanti, rappresentante della Cia.

Consulta l'elenco dei membri.

Il Comitato di partecipazione si è dotato di un proprio Regolamento

 

 

 

 

.